;

Peschiera del Garda

  • Tipo di escursione: a piedi
  • Durata: 1,5-2 ore
  • Costo: 100 Euro

La particolare isola-fortezza di Peschiera si trova nella parte sud-est del lago di Garda. Da questo punto dal lago esce il fiume Mincio, che scorre fino alla vicina città di Mantova. La storia della città comincia alcuni millenni fa e già nel 1300 a.C Peschiera fu un importante punto di commercio per i manufatti in bronzo con l’Europa del nord e il Mediterraneo.

I primi insediamenti risalgono al 1500-1100 a.C. Nel I secolo a.C. i romani conquistarono queste terre, poi al loro posto arrivarono i Galli e più tardi ancora alla fine del VII secolo i Longobardi. Ai tempi dei romani la città aveva il nome di “Arilica” e già allora fu la base della flotta militare romana ed un importante punto strategico.

Peschiera ha mantenuto le sue funzioni militari durante alcuni secoli, la città fu rinforzata in continuazione cominciando dagli Scaligeri, signori di Verona, nel XIII secolo fino all’annessione del Veneto al Regno d’Italia nel 1866. Le mura di base pentagonale assomigliano ad una stella a cinque punte, dove sulle punte si trovano dei bastioni rinforzati del XVI secolo, progettati dall’architetto veronese Michele Sanmicheli. Salendo sui bastioni si potrebbe fare una passeggiata con possibilità di vedere le mura antiche e la città dall’alto. Porta Verona, del XVI secolo, si considera l’entrata principale della città.

La chiesa parrocchiale di San Martino fu costruita al posto di un antico tempio pagano dell’epoca romana dedicato a Giove. L’attuale chiesa fu costruita all’inizio del XIX secolo in stile neoclassico al posto di una vecchia chiesa. Nella lunetta un bassorilievo che rappresenta San Martino, protettore della città, che dona la metà del suo mantello ad un povero infreddolito.

Il nome della città di Peschiera deriva dalla parola “pescheria” . Le sue acque sono ricche di diversi tipi di pesce, che trovano la loro risposta nei diversi piatti di pesce della cucina della città lacustre.

A Peschiera ci fu un incontro memorabile tra il barbaro Attilla – re degli Unni, con Papa Leone I nel V secolo. Attilla giunse dalle steppe dell’Asia, attraverso i confini dell’Impero Romano dell’Est e, dopo la disfatta di Acquilea, continuò la sua marcia verso  nuove conquiste. Lo storico romano Plinio il Vecchio, ricordando la città, descrisse l’abbondanza di pesce nelle sue acque, e scrisse che qui: “quando si vede brillare nel cielo il pianeta Venere, le anguille arrivano qui a migliaia”. E anche adesso, là dove il fiume Mincio nasce dal lago di Garda, si pescano eccellenti anguille. Magari, proprio per questo sullo stemma di Peschiera sono rappresentate due anguille con la stella dorata in alto.

Nel programma di escursione: fatti storici, le piazze principali con  Palazzo del Comando e Arsenale, Porta Verona e Porta Brescia, bastioni, caserme, gli scavi romani, la chiesa parrocchiale, e il listòn, posto di passeggio degli ufficiali austriaci.

Ci vediamo sul lago di Garda,
la vostra guida Kristina.

Kristina - firma