;

Sirmione – Desenzano

  • Tipo di escursione: a piedi
  • Durata: 5 ore
  • Costo: 275 Euro*

*compreso il costo del trasferimento/massimum 3 persone

Sirmione

Sullo sfondo azzurro del lago di Garda, fra alti pini marittimi e sempre verdi magnolie, si trova questa penisola con a capo il borgo antico di Sirmione. Il nome “Sirmione” vuole dire “rifugio sull’acqua”, in quanto “sirm” vuole dire rifugio, ospizio e “one” acqua. Proprio su questa penisola nel I secolo a.C. i ricchi patrizi romani decisero di costruire le loro prime ville. La cosa più incredibile è che tutte queste bellezze naturali che i romani avevano di fronte ai loro occhi, le possiamo ammirare anche noi ai nostri giorni.

Al margine della penisola si trovano le scenografiche Grotte di Catullo, che assomigliano ad una nave di enorme dimensione, che appunto molti secoli fa si è ormeggiata alla riva.

Valerio Catullo è un poeta latino, che ha cantato Sirmione nelle sue poesie, e chiamò Sirmione “la perla di tutte le isole e le penisole, dei tutti i mari e i laghi”.

Lungo il lago, prendendo la strada a piedi verso il centro del borgo, fioriscono gli oleandri e le rigogliose piante mediterranee. Sull’acqua ammiriamo cigni e papere, che nuotano da sempre tranquille in questo posto magico.

Desenzano

Desenzano è la più grande città del lago di Garda, qui vivono più di 29 mila persone. La natura e l’architettura della città sono stupendi, ed è molto popolare sia tra i turisti sia tra gli italiani. Nella città ci sono molti negozi alla moda e sulle piccole e accoglienti piazze della città brulica sempre la vita.

Stupendi frammenti di mosaica policroma sono conservati nella villa romana del IV secolo, a riprova della presenza dei romani a Desenzano.

Il Porto vecchio nei secoli precedenti era la base principale dell’attività di commercio degli abitanti, grandi commercianti del grano. Il Vecchio porto fu chiuso da un ponte veneziano all’inizio del XX secolo e si considera il posto più fotografato dai turisti.

Da lontano si vede il molo con il faro, che è diventato il simbolo della città. Il panorama si conclude con il castello medioevale, quando la città si trovava sotto la costante protezione di Sant’Angela Merici.    

Ci vediamo sul lago di Garda,
la vostra guida Kristina.