;

Sirmione – Lazise

(escursione consigliata dal marzo a ottobre)

  • Tipo di escursione: a piedi
  • Durata: 5 ore
  • Costo: 275 Euro*

*compreso il costo del trasferimento/massimum 3 persone

Sirmione

Sullo sfondo azzurro del lago di Garda, fra alti pini marittimi e sempre verdi magnolie, si trova questa penisola con a capo il borgo antico di Sirmione. Il nome “Sirmione” vuole dire “rifugio sull’acqua”, in quanto “sirm” vuole dire rifugio, ospizio e “one” acqua. Proprio su questa penisola nel I secolo a.C. i ricchi patrizi romani decisero di costruire le loro prime ville. La cosa più incredibile è che tutte queste bellezze naturali che i romani avevano di fronte ai loro occhi, le possiamo ammirare anche noi ai nostri giorni.

Al margine della penisola si trovano le scenografiche Grotte di Catullo, che assomigliano ad una nave di enorme dimensione, che appunto molti secoli fa si è ormeggiata alla riva.

Valerio Catullo è un poeta latino, che ha cantato Sirmione nelle sue poesie, e chiamò Sirmione “la perla di tutte le isole e le penisole, dei tutti i mari e i laghi”.

Lungo il lago, prendendo la strada a piedi verso il centro del borgo, fioriscono gli oleandri e le rigogliose piante mediterranee. Sull’acqua ammiriamo cigni e papere, che nuotano da sempre tranquille in questo posto magico.

Lazise

Il nome della piccola lacustre città di Lazise deriva dal latino “Lasitium”, che vuol dire “posto lacustre”. Il borgo antico è circondato dalle colline, nelle quali troviamo rigogliosi ulivi e spettacolari vigneti. A Lazise si respira storia, innumerevoli leggende e tradizioni secolari. La storia della città ha qualche migliaio di anni, e già ai tempi dei romani Lazise era un vivace centro commerciale e un importante nodo stradale tra le regioni del nord Italia e la Germania. La testimonianza a riprova dell’importanza di questo luogo, si è avuta dal ritrovamento di tante monete antiche.

Il Castello di Lazise, con la doppia fila di mura e le alte torri, fu innalzato all’epoca degli Scaligeri nella prima meta del XIV secolo. Alla fine del XIX secolo il castello divenne di proprietà privata. Il nuovo proprietario lo ha restaurato e lo ha circondato con un parco romantico.

Il lungolago di Lazise è considerato uno dei più pittoreschi di tutto il lago di Garda. La darsena veneziana del XVI secolo testimonia la grande importanza economica di questa città durante i secoli passati. Nella zona del vecchio porto si trova la chiesa romanica di San Niccolò del XII secolo. Lazise è circondata dalle mura medioevali, e le tre antiche porte della città, dentro le mura, sono la sua caratteristica principale.

Passando sotto queste porte, si va indietro nel tempo…

Nella mia escursione di Sirmione-Lazise, condividerò con voi la storia, le particolarità e le leggende che appartengono a queste due cittadine, ma anche la storia del lago di Garda in generale.

Ci vediamo sul lago di Garda,
la vostra guida Kristina.